vista del castello di rocchetta mattei

L’autunno è meraviglioso: 43 idee per un weekend fantastico insieme ai bambini

L’estate è finita, ma la voglia di viaggiare con i bambini non è passata: e allora, dal Trentino alla Calabria, dal Veneto alla Sardegna, ecco quaranta luoghi, parchi, castelli, borghi, monumenti, musei,  boschi e oasi da visitare insieme ai bambini durante l’autunno!
E, come sempre, nei dintorni di ognuno,  abbiamo cercato alberghi, agriturismi e bed e breakfast, scelti in base all’accoglienza dedicata alle famiglie,  per un fantastico weekend autunnale.

1. TRENTINO.  Arte Sella a Borgo Valsugana

Pietre odorose di muschio, alberi maestosi, la natura e i suoi rumori, l’arte e i suoi colori. Il bosco della Val di Sella ci attende per guidarci lungo un percorso fatto di arte ed emozione, di bellezza e stupore. Due chilometri di museo a cielo aperto, con opere di grandi artisti disseminate lungo il Percorso Arte Natura: 23 capolavori di arte naturale da ammirare e contemplare a lungo.
L’ingresso è gratuito. Al termine del percorso l’area Malga Costa, con altre opere d’arte, tra cui la Cattedrale Vegetale e il Teatro di Sella “Il Cubo”. Infine, visitabile anche Villa Strobele, dove è nata Arte Sella, e il suo  l’ampio giardino, contenente altre opere.
Tutte le info.

DOVE DORMIRE a Borgo Valsugana
BB Tre Faggi. Vicinissimo ad Arte Sella, locanda con camere family e ristorante. Il bosco è tutto intorno. Info e prenotazioni.
Agriturismo Fattoria Del Castagnè. A Torcegno, a 25 minuti da Borgo, camere family in fattoria con animali e verde a perdita d’occhio. Info e prenotazioni.

2. TRENTINO. Il Bosco Arte di Stenico

Un altro sentiero artistico con opere disseminate nella natura:
il Bosco d’Arte di Stenico, proprio sopra l’abitato del paese a sud delle Dolomiti del Brenta, nell’area natura Rio Bianco (Parco Adamello del Brenta), stupirà i visitatori per la perfetta integrazione tra arte contemporanea e natura. Il bosco è accessibile su prenotazione con visita guidata. Da vedere anche il vicino castello.
Leggi il racconto di Azzurra Forti di Baby Trekking

DOVE DORMIRE a Stenico
BB Le Castagne Matte. Bed e breakfast specializzato nell’accoglienza famiglie.
Info e prenotazioni

3. TRENTINO. L’arte di accatastare la legna di Mezzano di Primiero 

Da sempre tutti gli abitanti delle Dolomiti accatastano la legna da ardere. A pochi però è mai venuto in mente che le cataste potessero diventare artistiche e costituire una mostra permanente, visitata ogni anno da migliaia di turisti. “Cataste e Canzèi” è un originale percorso artistico di opere disseminate in tutto il centro storico che richiamano diversi temi come l’acqua, l’architettura, la natura.
Info sul sito

DOVE DORMIRE a Mezzano di Primiero
-Sweet Dreams
. Appartamento con cucina, giardino e vista montagna nel centro di Mezzano. Info e prenotazioni.
Hotel Cima Rosetta. A San Martino di Castrozza, a 15 km da Mezzano hotel tre stelle con offerte in esclusiva per Around Family.

4. TRENTINO. Bolzano. Il Museo archeologico e l’Uomo venuto dal Ghiaccio

Cinquemila anni fa un uomo si avventurò sulle gelide alture dei ghiacciai della Val Senales, dove morì. Nel 1991 venne scoperto per caso, insieme ai suoi abiti e al suo equipaggiamento, mummificato e congelato, un evento sensazionale per l’archeologia. Fu soprannominata Ötzi, dal nome della valle che confina con il luogo del suo ritrovamento. Oggi l’Uomo venuto dal ghiaccio, con gli oggetti che lo accompagnano costituisce il complesso espositivo centrale del Museo Archeologico dell’Alto Adige. Info sul sito.

DOVE DORMIRE a Bolzano
Capitol Rooms. In pieno centro, appartamenti fino a 4 posti letto in ambienti arredati in stile moderno. Info e prenotazioni.

5. ALTO ADIGE. Val Venosta 

Un campanile che spunta dalle acque di un lago?
Quando un paesaggio ha dell’incredibile, si fa presto a pensare di essere su un set di un film. Siamo in Val Venosta, dove l’Alto Adige diventa fantasy.  Leggi tutto e scopri dove dormire per un weekend

6. VALLE D’AOSTA. Saint Pierre 

Due gioielli d’architettura che rendono questo paesino di tremila anime una meta straordinaria per un weekend all’insegna dello stupore. I castelli medievali di Saint-Pierre risalgono al XIII secolo. Il Castello di Saint Pierre ospita il museo di scienze naturali della regione (attualmente è chiuso per restauro ma anche passeggiarci attorno vale una visita), l’altro,  il castello Sarriod de La Tour è visitabile all’interno e la sala principale, detta “sala delle teste”, è nota per il soffitto ligneo sorretto da 171 mensole scolpite in forme grottesche, con mostri ed animali fantasticiInfo e orari

DOVE DORMIRE a Saint Pierre
Hotel La Meridiana. Nel centro storico, camere triple e quadruple con servizi di bed e breakfast e sauna. Info e prenotazioni

7. PIEMONTE. Bosco del Sorriso

Siamo nel cuore dell’Oasi Zegna, una vasta area montana di oltre cento chilometri quadrati nella provincia di Biella. Qui a Bocchetto Sessera, il Sorriso lo porta un percorso esperienziale che infonde benessere nel visitatore, grazie agli alberi e alla filosofia bionergetica che considera la natura come madre dell’umanità e le piante e gli alberi come suoi messaggeri portatori di benessere fisico e mentale. Ogni pianta – spiega il ricercatore Marco Nieri che ha realizzato il percorso – possiede delle caratteristiche bioenergetiche capaci di influire sull’organismo. I Faggi e le betulle del bosco, ad esempio emettono campi benefici per le ovaie, prostata, cistifellea, intestino tenue, pancreas, e i sistemi immunitario, linfatico e nervoso. Tutto ciò che bisogna fare è sostare vicino alle piante per almeno dieci minuti nelle aree segnalate.  Per i bambini tre aree di sosta con sedute in pietra e grandi libri in legno di cedro profumato, sui quali si possono leggere le Favole del Bosco.
Come arrivare al Bosco del Sorriso.

DOVE DORMIRE al Bosco del Sorriso:
Locanda Bocchetto Sessera. Nella frazione di Andorno Micca, locanda con camere triple e un appartamento di quattro posti letto. Scelta ideale per chi vuol “abbandonare l’auto” durante il weekend. Info e prenotazioni.
Chalet Agriturismo Arbo. Incantevole chalet immerso nel bosco, fino a quattro posti letto. Info e prenotazioni.

8. LOMBARDIA. Il Sentiero dello Spirito del Bosco

Un bosco incantato a Canzo, in provincia di Como. Un percorso dove a guidarvi nel cammino saranno sculture in legno di gnomi, fate, folletti e streghe. Un itinerario da percorrere a piedi, a passo lento in qualsiasi stagione dell’anno ma che con l’arrivo dell’autunno si carica di magia grazie alla faggeta nella quale si trova….
Continua sul blog Dupertrefacinque di Daniela Scerri.

DOVE DORMIRE nei dintorni di Canzo.
In appartamento alle Residenze del Conte Agudio a Malgrate.
 Info e prenotazioni.

9. LOMBARDIA. Il sentiero Tracciolino

Solo per avventurosi cronici. In Valchiavenna, provincia di Sondrio: il sentiero Tracciolino è un’esperienza unica per chi non ha paura delle altezze e ama mettersi alla prova. Ovviamente sconsigliato ai bambini sotto i sei anni e assolutamente vietato ai passeggini.
Tutte le info le trovate sul blog Dupertrefacinque di Daniela Scerri.

DOVE DORMIRE in Valchiavenna.
-Agriturismo Val Codera.
A Verceia, a pochi pochi chilometri da Novate Mezzola e dal lago di Como, agriturismo con camere family e ristorante. Info e prenotazioni.

10. FRIULI VENEZIA GIULIA. Le dolomiti della Carnia

Siamo in Carnia, nel parco delle Dolomiti e le alpi Carniche, al confine con il VenetoSauris è un comune di poche centinaia di abitanti, divisi nelle due frazioni di Sauris di Sopra e di Sotto. È un paesino che sembra finto per quanto è bello: le case sono realizzate in bioedilizia con materiali come pietra e legno con i caratteristici ballatoi e balaustre che girano attorno alle case. Diverse di queste abitazioni fanno parte dell’albergo diffuso Sauris. Ne abbiamo parlato nel nostro speciale sugli alberghi diffusi. Leggi tutto e scopri dove dormire.

11. VENETO. Le grotte del Caglieron e il Parco didattico del Livelet 

Siamo a Breda di Fregona, in provincia di Treviso: le Grotte del Caglieron sono un spettacolo imponente fatto da cascate con salti di decine di metri. E se siete da queste parti non potete mancare un salto al luna park più incredibile d’Europa, costruito a mano dal signor Gino! Info e dove dormire nel nostro reportage.

12. EMILIA ROMAGNA. Giardini del Castello di Grazzano Visconti 

Un parco di oltre 150 mila metri quadrati realizzato tra la fine dell’800 e gli inizi del ‘900 dal Duca Giuseppe Visconti, padre del regista Luchino. E’ un esempio di giardino eclettico dove diverse specie vegetali convivono armoniosamente in un insieme di percorsi botanici, vialetti, ponticelli, in un suggestivo gioco di luci e ombre. Il parco è visitabile da marzo a giugno e da agosto a novembre.
Tutte le info.

DOVE DORMIRE a Grazzano Visconti.
Cascina Bosco Gerolo. A Rivergaro, Casale-locanda con fattoria con animali, camere e ristorante. Info e prenotazioni.
-BB Il Concerto. A Rivergaro, Bed e breakfast in un elegante casale ristrutturato con camere familiari e vastissimo giardino.
Info e prenotazioni.

13. EMILIA ROMAGNA. Il centro visite Cubo magico a Bevanella di Ravenna

Il Cubo magico è il nome del centro visite di Foce Bevano, nel Delta del Po dell’Emiia Romagna. Un’area di 40 ettari di lagune, aree salmastre, acque di fiume e di mare che si mischiano e terra di eccellenza naturalistica. Al centro visite si noleggiano biciclette e canoe, si passeggia lungo i numerosi sentieri, si osservano gli aironi, le garzette, i germani reali e si partecipa ad escursioni in barca in un paradiso naturale. Info sul sito.
P.s. Da queste parti c’è anche Mirabiliandia.

DOVE DORMIRE a Savio di Ravenna
Agriturismo Vista Parco. Agriturismo- casa vacanze con grande area verde e giochi per bambini. Biciclette a noleggio.
Info e prenotazioni
-Sul Parco Delta del Po guarda altre proposte di soggiorno in questo reportage.

14. EMILIA ROMAGNA. Rocchetta Mattei a Riola 

Costruita nella seconda metà del XIX Secolo, ed eccezionale esempio di fusione di stili archotettonici liberty e moresco la Rocchetta Mattei è stata residenza del conte Cesare Mattei, letterato e politico che qui riceveva personalità illustri e sovrani europei che richiedevano la sua consulenza su cure mediche alternative (altra attività del conte, citata anche nel romanzo I Fratelli Karamazov di Dostoevskji). Oggi si può visitare durante i weekend previa prenotazione sul sito.

DOVE DORMIRE a Riola.
Agriturismo La Fenice. A Tolè, a pochi km da Riola, agriturismo di charme con camere e suite family. Ristorante interno, immerso nella natura. Info e prenotazioni

15. TOSCANA. Il Ponte del diavolo a Borgo a Mozzano

Toscana_Borgo_a_Mozzano_Ponte_della_Maddalena
Un muratore doveva costruire un ponte ed era disperato perché in ritardo sulla scadenza. Chiese aiuto al diavolo che accettò in cambio della prima anima dell’uomo che avesse attraversato il ponte. Una volta ultimato nei tempi il ponte, il muratore cercò di ingannare il diavolo facendo attraversare il ponte ad un cane. Il diavolo infuriato si gettò nel fiume adirato, e ancora oggi quando un cane attraversa il ponte, la leggenda vuole che sia il diavolo in cerca della sua anima. Leggende a parte, Il Ponte della Maddalena a Borgo Mozzano in Garfagnana, risale all’XI secolo ed è una delle bellezze che valgono sicuramente una visita. Nelle vicinanze anche la Grotta del vento (ma attenzione, non è adatta ai bambini inferiori a 4 anni).

DOVE DORMIRE a Borgo Mozzano
Agriturismo Pian di Fiume. A Bagni di Lucca, a 6 km da Borgo Mozzano, fattoria con camere e appartamenti in casali in pietra, con ristorante. Info e prenotazioni.

16. TOSCANA. Firenze. Parco di Pratolino

Il Gigante dell’Appennino vi aspetta per mostrarvi tutta la sua magnificenza. Una scultura cinquecentesca alta 14 metri domina il Parco di Pratolino, uno dei più grandi della Toscana e dal 2013 riconosciuto Patrimonio dell’Umanità. Un incanto di una natura possente, con grandi spazi verdi, fitto bosco, prati a perdita d’occhio. All’interno area gioco e presso La Locanda servizio bar e ristorazione. Aperto il venerdì, sabato e domenica con ingresso gratuito, fino al 29 ottobre. Info sul sito.

DOVE DORMIRE a Pratolino
La Sorgente Di Francesca. A l’Opaco, a 6 km da Pratolino, casale di campagna con camere familiari, ristorante, spazi esterni.
Info e prenotazioni.
Giotto Park Hotel. A Bivigliano, a 10 minuti da Pratolino, hotel 3 stelle con grande parco interno. Info e prenotazioni.

17. TOSCANA. Capalbio. Giardino dei Tarocchi.

A Capalbio, l’Arte e la Meraviglia sono a portata di mano con le gigantesche e coloratissime statue del Giardino dei Tarocchi, ispirate alle sculture di Gaudì e ai disegni delle carte dei Tarocchi, che lasciano a bocca aperta i grandi e fanno sognare i bambini.
Leggi nella guida di Around Family  info e consigli su dove dormire.

18. TOSCANA. Parco Sculture del Chianti a Pievasciata 

In un bosco di sette ettari di querce e lecci un meraviglioso connubio uomo-natura. Dodici artisti internazionali per dodici opere di Land Art che vi lasceranno a bocca aperta. Sempre aperto, da novembre a marzo si consiglia di telefonare prima della visita. Info, orari e tariffe.

DOVE DORMIRE a Pievasciata.
Podere Romitorio. A Castelnuovo Berardenga, a 3 km dal parco delle sculture, antico casale in pietra con appartamenti immerso nel verde con giardini curati e impreziositi. Ottimo rapporto qualità prezzo. Info e prenotazioni.

19. TOSCANA. San Gimignano, Museo delle Torture 

Il centro storico di San Gimignano è Patrimonio dell’Umanità e già per questo merita una visita. Il museo delle torture ospita una mostra di grande impatto in cui viene descritto l’orrore senza bisogno di mettere in scena sangue e parti del corpo. Una rassegna di strumenti che permettono di far capire cosa è ed è stata la tortura per una mostra importante per sviluppare una coscienza contraria a questa pratica di morte e di terrore. Informazioni sul sito.

DOVE DORMIRE a San Gimignano.
Mormoraia. E’ una scelta top: una residenza di campagna con camere e suite familiari, ristorante, piscina, giardino, e vasta scelta di cibi e vini. Info e prenotazioni.
Molino di Foci. Residenza di campagna con camere e suite immerse nel verde, con servizi di bed e breakfast e ristorante.
Info e prenotazioni.

20. TOSCANA. La Foresta della Lama

Siamo al confine tra Toscana e Romagna. Le Foreste Casentinesi sono un gioiello di natura selvaggia e rigogliosa di cui fa parte anche la Foresta della Lama, un bosco lasciato crescere senza interventi dell’uomo. Da qualche tempo la foresta si visita anche con il Wild Bus, un pulmino che accompagna grandi e bambini nel cuore della foresta, lungo un sentiero interdetto alle automobili e percorribile solo in mountain bike (che si può portare in bus). Il sentiero, lungo 20km è anche riconosciuto come il sentiero forestale più bello d’Italia. Durante il tragitto una guida ambientale spiega storia, caratteristiche e segreti della foresta e aiuta i passeggeri a conoscere alberi, animali e rocce. Al Parco si può arrivare anche in treno, da Arezzo, a bordo del Treno del Parco. Partenze in Wild Bus fino ad ad ottobre da Bagno di Romagna (FC)  e Badia Prataglia (AR), e anche Loc. Grigiole-Paretaio (FC). Info sul Wild Bus.

DOVE DORMIRE a Bagno di Romagna.
Fattoria dell’Autosufficienza. Agriturismo naturale con orto biologico, pratiche di agricoltura sostenibile, architettura bio, e corsi di ecoturismo. Info e prenotazioni
Agriturismo Podere Fiume. A Pratovecchio agriturismo fattoria con camere familiari in casale in campagna. Info e prenotazioni.

21. TOSCANA. Parco della Maremma, Alberese

L’autunno è il periodo ideale per visitare il Parco della Maremma. Foreste, boschi, torrenti, mare, colline, tutto a portata di mano, tutti i giorni. Le attività e i modi di visitare il parco sono varie: a piedi, in bici, in canoa, di notte, in carrozza, a cavallo, a dorso d’asino. Escursioni in barca e sport come il tiro con l’arco, si noleggiano biciclette e c’è anche l’acquario di Talamone, per dare un’occhiata alle specie marine, come il curioso pesce luna. Tutte le info sul Parco.

DOVE DORMIRE nei dintorni del Parco.
Tenuta Agricola dell’Uccellina. Camere e appartamenti all’interno della tenuta. Ristorante, giardini, attività per grandi e bambini.
Info e prenotazioni

22. UMBRIA. Il Borgo di Rasiglia

La Venezia dell’Umbria. Un borgo senza tempo, attraversato dai ruscelli delle sorgenti del Menotre. Tra Ottocento e Novecento Rasiglia era un operoso borgo tessile e uno dei primi distretti industriali grazie ai telai alimentati dall’energia dell’acqua. Oggi è una meravigliosa testimonianza del passato e un delizioso luogo da riscoprire.
Leggi il nostro reportage da Rasiglia e scopri dove dormire.

23. UMBRIA. Cascate delle Marmore

Autunno e primavera sono il periodo migliore per visitare uno spettacolo in coporoduzione tra uomo e natura. Alle Cascate delle Marmore si va a caccia di arcobaleni, si assiste stupefatti a salti d’acqua potentissimi, e i più coraggiosi possono sperimentare la discesa del fiume Nera in rafting. Il nostro racconto delle Marmore lo trovate nel nostro post dedicato all’itinerario dell’acqua.

DOVE DORMIRE alle Marmore
-Domus Umbra
. Casale di campagna in pietra su una collina nei pressi del belvedere superiore. Appartamenti fino a 4 posti letto, cucina, piscina a sfioro, vista indimenticabile, colazione. Info e prenotazioni.
Antico Casale Le Marmore. Alle Marmore, Belvedere inferiore, l’agriturismo per chi ama le fattorie, gli animali, e stare in mezzo alla natura. Info e prenotazioni.

24. MARCHE. Il Bosco incantato di Sefro

Un’installazione permanente creata dall’artista Laura Pennesi e dal “quasi artista” Francesco Bruni che hanno realizzato un piccolo villaggio di legno abitato da gnomi, fate, streghette, con tronchi che diventano accoglienti casette, abitazioni sui rami, la scuola, l’ufficio postale, la bottega dell’idromele, la bottega del “falegnomo” e tanti altri particolari che faranno la felicità dei bimbi da zero a 6 anni. Continua leggere sul blog delle Mamme Marchigiane.

DOVE DORMIRE a Sefro.
Pietra Maula. A Castelraimondo, a una decina di km da Sefro, agriturismo fattoria con animali immerso nella campagna marchigiana. Camere e appartamenti family e ristorante con piatti tipici.
Info e prenotazioni.

25. LAZIO. Il bosco del Sasseto 

Un bosco straordinario e avvolto nel mistero. Chi ha costruito la cappella proprio al centro del bosco? E dove portano quei sentieri tra inquietanti alberi e radici che sembra ti stiano per avvolgere? Tutte le risposte nel nostro reportage dal bosco

26. LAZIO. Il Sacro Bosco di Bomarzo 

Non è certo una novità ma in tema di luoghi straordinari e di boschi magici non si può non citare. Conosciuto anche come Parco dei Mostri, il Sacro Bosco di Bomarzo è un giardino monumentale con statue e sculture di creature inquietanti e misteriose ma anche con divertimenti insoliti e sorprendenti come La casa inclinata che non mancherà di mettere in crisi il vostro equilibrio. Imperdibile per i bambini di ogni età. Info e prenotazioni. 

DOVE DORMIRE a Bomarzo.
Antica Locanda del Borgo. A Bassano in Teverina, a 15 minuti di automobile dal Parco, Locanda caratteristica in un borgo di eccezionale bellezza. Camera familiare 2+2. Info e prenotazioni.

27. LAZIO. Civita di Bagnoregio.

E’ il “borgo che muore”, secondo le grida d’allarme e le statistiche che vedono i già pochi abitanti in progressivo abbandono. Ma voi potete ripopolarla, anche se temporaneamente, andando a soggiornare proprio all’interno del Borgo. Una volta arrivati a Civita di Bagnoregio, la meraviglia è pronta ad assalirci nello scoprire un paese dove non esistono le automobili e le strade asfaltate, dove minuscoli vicoli e stradine sono attraversate da piccoli ponticelli che collegano case e abitazioni, dove salite e discese svoltano improvvise in scorci di incredibile bellezza con panorami mozzafiato sulla valle.

DOVE DORMIRE a Civita di Bagnoregio
Libera Mente. Abitazione con due camere matrimoniali e una con quattro posti letto nel centro storico di Civita. Info e prenotazioni.
Palazzo Contino. Appartamenti in abitazione in pietra su due piani, interamente ristrutturati, nel centro storico di Civita.
Info e prenotazioni.
Civita B&B. Bed e breakfast con camere e appartamenti nel centro storico. Info e prenotazioni.

28. LAZIO. Il Parco dei 5 Sensi di Vitorchiano. 

In una bella giornata di sole una visita al parco esperienziale è l’idea giusta. E se si tratta di un weekend, meglio ancora. Abbiamo visitato il parco alla fine di questa estate, abbiamo fatto il percorso esperienziale a piedi nudi, abbiamo pranzato con gli altri ospiti, e abbiamo fatto il pane. Purtroppo non siamo riusciti a partecipare alle giornate Harry Potter, ma potete farlo voi.
Qui tutto quello che c’è da sapere e dove dormire.

29. LAZIO. La Meraviglia del lago di Vico a Ronciglione. 

il Lago di Vico è un territorio dal fascino straordinario, ideale per una gita, ma anche per un vero tour, come quello dei grandi scrittori nell’Ottocento, come George Byron e  Charles Dickens, l’autore de Il Canto di Natale, che nel suo Pictures of Italy,
diario di viaggio del 1846,
 racconta di un lago e di una fantastica “città sommersa” sul suo fondale. Leggi il nostro itinerario e scopri dove trascorrere un weekend sotto il segno della natura.

30. LAZIO. Le misteriose vie Cave e la città abbandonata di Vitozza. 

Nessuno sa a cosa servivano queste misteriose vie scavate nel tufo che proseguono per decine e decine di chilometri. Una sola cosa è certa: le hanno costruite gli Etruschi. Non ci resta che percorrerle per arrivare ad una misteriosa città abbandonata. Se amate i weekend alla Indiana Jones, questo fa al caso vostro.
Leggi il nostro reportage e scopri dove dormire

31. LAZIO. Il Bunker antiatomico del monte Soratte 

Uno dei monumenti bellici più importanti della storia italiana del ‘900 e della Seconda guerra mondiale. Inizialmente il bunker fu sede delle officine protette fatte costruire da Mussolini. Durante la guerra servì come quartier generale segreto delle truppe naziste del Feldmaresciallo Albert Kesselring. Per tutta la Guerra Fredda fu considerato come un possibile rifugio anti-atomico. Oltre 4 Km di gallerie in perfetto stato di conservazione visitabili due volte al mese per uno weekend all’insegna della nostra storia. Info sul sito

DOVE DORMIRE a Sant’Oreste. 
Holiday Home Soratte. A Civitella San Paolo, a 3km da Sant’Oreste, Casale di campagna con tre appartamenti attrezzati e grande giardino. Info e prenotazioni.

32. LAZIO. La Casina delle Civette, a Roma 

Una casetta strana strana nel cuore di Roma. Costruita nel 1840 come rustico chalet o Capanna Svizzera all’interno di Villa Torlonia, successivamente ha subito varie trasformazioni e anche una completa distruzione durante la Seconda guerra mondiale fino alla sua completa ricostruzione e riapertura al pubblico come museo e centro didattico. Da ammirare le splendide vetrate che decorano le sue innumerevoli porte e finestre e le immancabili Civette stilizzate. La Casina è spesso sede di mostre, attività e laboratori e assieme al parco di Villa Torlonia, con il Casino Reale e i bunker di Mussolini, costituisce il piatto di un weekend all’insegna del gioco e della scoperta.
Info sul sito.

DOVE DORMIRE  a Roma. Leggi qui tutte le  nostre scelte.

33. ABRUZZO. Parco nazionale d’Abruzzo e Molise 

Le Alpi in Appennino. E’ una delle definizioni che meglio descrivono il Parco nazionale d’Abruzzo, Lazio e Molise, uno dei parchi più antichi d’Italia, oasi naturale dedita alla conservazione delle specie faunistiche più importanti come il camoscio, e l’orso bruno marsicano. Alle famiglie con bambini che lo visitano per la prima volta il Parco noi consigliamo di iniziare con La Camosciara,   un percorso che si addentra nella parte più famosa e conosciuta del parco attraversando luoghi incantevoli come le Cascate delle Ninfe e delle Tre Cannelleil Rifugio della Lisciail Percorso Botanico, il Tratturo Pescasseroli-Candela. Info e dove dormire alla Camosciara

34. CAMPANIA. La Napoli Sotterranea 

La Galleria Borbonica di Napoli Sotterranea è uno straordinario percorso nelle grotte, cavità, e percorsi realizzati all’epoca dei Borbone. All’interno della Galleria, utilizzata in varie epoche, sono ancora visibili i veicoli e motoveicoli degli anni ’40, ’50 e ’60 nonché statue e residuati della Seconda Guerra Mondiale e parte degli ambienti seicenteschi dell’acquedotto della Bolla.
Tutte le info sul nostro reportage su visitare Napoli con i bambini.

35. CAMPANIA. Il Giardino inglese della Reggia di Caserta 

reggia_caserta_cascate_venere

Noi vi segnaliamo il capolavoro assoluto dei giardini inglesi della Reggia, ma una volta che siete lì non potete perdere una visita all’intera Reggia, la residenza reale più grande del mondo fatta costruire dai sovrani Borbone, patrimonio dell’Umanità dell’Unesco. Il Giardino inglese invece è un orto botanico arricchito da sculture e fontane di eccezionale bellezza. Come nel caso del Bagno di Venere, così denominato per la presenza di una statua in marmo di Carrara, opera di Tommaso Solari, che ritrae la Dea nell’atto di uscire dall’acqua.

DOVE DORMIRE a Caserta
Titti Artistic B&B. a 100 metri dalla Reggia, bed e breakfast di design con quadri e arredi d’arte contemporanea, con camere triple e quadruple e colazione. Info e prenotazioni.
L’Insolita Reggia. Nei pressi della Reggia, bed e breakfast con arredi moderni e camere di tre e quattro posti letto. Info e prenotazioni.

36. CAMPANIA.  Oasi Alento, a Prignano sul Cilento.

Panorama dell'Oasi dell'Alento
Un’Oasi naturale di oltre tremila ettari nel parco nazionale del Cilento. Percorsi natura, osservazione avifauna, escursioni in battello, equitazione, bicicletta, tiro con l’arco, orienteering, area giochi, laboratori periodici, punti ristoro. E’ un luogo ideale per i bambini 0-12 anni. Scopri il parco e dove dormire per un weekend. 

37. PUGLIA. La Foresta Umbra e il Gargano che non ti aspetti. 

Il Gargano non è solo mare e sole, ma anche natura e antichità da scoprire e rivivere. Una gita alla Foresta Umbra e una full immersion nel medioevo a Vico del Gargano, un paese rimasto immutato dall’antichità. Leggi il nostro reportage.

38. BASILICATA. Craco, Città fantasma

Basilicata_craco
Furono prima una frana e poi un’alluvione, tra gli anni ’60 e ’70, a decretare l’abbandono della parte antica di Craco, borgo che sorge nella zona collinare dell’Appennino Lucano. Diventata una città fantasma e dunque un set naturale è stato utilizzato per molti film come rievocazione dell’antica Palestina ne “Il Vangelo secondo Matteo” di Pier Paolo Pasolini e “La Passione” di Mel Gibson, da Francesco Rosi per “Cristo si è fermato a Eboli” e più recentemente “Agente 007 – Quantum of Solace”. Da qualche anno è stato inaugurato un nuovo itinerario, che permette di addentrarsi nel nucleo della città fantasma. Le visite sono possibili prenotando all’ufficio turistico di Craco.

DOVE DORMIRE nei dintorni di Craco.
Villa Irene. A Pisticci, a dieci km da Craco, B&B immerso nel verde con camere triple con letto aggiunto. Info e prenotazioni. 

39. CALABRIA. Parco Archeologico di Scolacium a Roccelletta di Borgia 

Una passeggiata attraverso le epoche precristiane, greche, romane e medievali. Un incredibile concentrato di storia in poche centinaia di metri. Resti di strade lastricate, acquedotti, mausolei, sepolcri e di un impianto termale. A poca distanza un anfiteatro che poteva contenere oltre 5 mila persone. Info e orari.

DOVE DORMIRE a Roccelletta di Borgia (borgo Marinaro di Catanzaro).
Agriturismo Le Carolee. A Pianopoli, a 16 km da Borgia, agriturismo con camere family comunicanti in casale con fattoria e colazione biologica a km zero. Info e prenotazioni.

40. SARDEGNA. Sardegna in Miniatura, Tuili (Medio Campidano). 

Percorrere l’intera Sardegna nel breve tempo di una passeggiata, passando dalla storia dell’uomo fino agli imponenti nuraghi  ricostruiti  a grandezza naturale. Sardegna in Miniatura è il parco tematico dedicato alle bellezze e alle risorse dell’isola. Una giornata tra dinosauri, ricostruzioni molto accurate, parco botanico, mentre tra i servizi la Trattoria del Parco che offre pietanze tipiche locali, bar, punti ristoro e picnic.  Info sul sito Sardegna in Miniatura.
Il racconto di Giuseppina Deligia di Bimbo in Spalla.

DOVE DORMIRE nei dintorni di Tuili.
Andrebyke. A Gergei, a pochi minuti da Tuili, appartamento in stile etnico coloratissimo e divertente con giardino. Vicino c’è il fiume Riu Mannu, un paradiso ambientale.
Info e prenotazioni

41. SICILIA.  Il Parco dei 5 sensi, Messina

A Messina, un intero parco, grandi e bambini riscoprono la natura a piedi scalzi e con tutti i sensi. Le famiglie sono coinvolte in un divertente gioco della conoscenza, un percorso con mini laboratori e attività ludiche e interattive (dai 10 ai 15 minuti ciascuno) per riscoprire con Vista, Olfatto, Udito e soprattutto il Tatto (con le “passeggiate” a piedi nudi). E dopo la visita animata c’è sempre un’attività operativa o creativa. Per solleticare anche il Gusto, non mancano i saporiti pranzi e merende dell’azienda (frutta, verdura, uova, pane). Tutte le infosul parco  qui

DOVE DORMIRE
Hotel Sant’Elia: Albergo in stile Liberty con camere familiari, a 5 minuti a piedi dalla Cattedrale di Messina e dalla Fontana di Orion, e a 2 km dalla spiaggia più vicina.  Info e prenotazioni
R&B Garibaldi: delizioso B&B con ampie camere dotate di angolo cottura, 350 mt dal Duomo di Messina e a 20 minuti a piedi dalle spiagge più vicine.  Info e prenotazioni qui
La Casa di Dadda: B&B in ottima posizione , con camere familiari, servizio di noleggio biciclette, libri, DVD, musica per bambini.
Info e prenotazioni qui
B&B J’offre: a 16 minuti a piedi dalla spiaggia, con terrazza e vista mare, camere quadruple e sportello bancomat interno. Guarda le foto e prenota con Booking

42. SICILIA. Parco Avventura Etna, Milo (Catania)

A pochi chilometri da Catania,  all’interno della pineta del Parco Scarbaglio” nel comune di Milo,  c’è il parco avventura più grande del Sud Italia (escludendo le varie attrazioni singole, le area di prova,  etc) costituito da una serie di percorsi acrobatici in altezza sospesi tra gli alberi. L’unico adatto già dai 2 anni.  Per i più piccolini  infatti ci sono due percorsi: il Percorso Casa sull’Albero 1 e 2 ,  due casette sugli alberi ad oltre 4 metri d’altezza cui si accede in assoluta sicurezza avvolti da apposite reti di protezione e dalla quale si riscende lungo due emozionati scivoli di 10mt.  Per i più grandi, oltre ai percorsi sugli alberi si aggiungono due pareti d’arrampicata, una tipo “Bouldering” per bambini 2 – 9 anni con speciali prese a forma di lettere, numeri ed oggetti; e  l’altra per ragazzi ed adulti alta ben 13mt. Info e orari QUI

DOVE DORMIRE
B&B XX Miglia A soli 10 minuti a piedi dal Duomo di Catania, 10 minuti a piedi dal porto e a 4 km dalla spiaggia di San Giovanni Li Cuti.  Camere familiari insonorizzate.
Info e prenotazioni
Bellini Home B&B  Bed &Breakfast molto centrale:  a 1 minuto a piedi dalla spiaggia, a 50 m dagli splendidi giardini di Villa Bellini e a 1 km dalla Cattedrale di Catania,  offre camere familiari, una terrazza e uno snack bar. Info e prenotazioni
Hotel Sofia Nel centro di Catania, 1 km dal Castello Ursino e a soli 5 km dalle spiagge più vicine,  offre camere spaziose anche quadruple. Info e prenotazioni
B&B 5 Sensi A pochi chilometri dal mare di Catania, alle falde dell’Etna (e anche nelle vicinanze del parco divertimenti Etnaland). Camere triple e quadruple, bimbi gratis fino a 5 anni, lettini e culle gratis su richiesta. Info e prenotazioni nella nostra guida

43. SICILIA. Museo di Geologia G. G. Gemmellaro, Palermo

A Palermo non oerdete il museo Geologico “G. G. Gemmellaro”, una sezione del Dipartimento di Scienze della Terra e del Mare:  su tre piani sono esposti oltre 600.000 reperti, suddivisi in numerose collezioni, fra le quali quelle riguardanti la storia Geologia della Sicilia, con fossili che abbracciano un intervallo di tempo di oltre 270 milioni di anni. Qui  museo custodisce oltre mille olotipi (esemplare unici sui quali sono state istituite specie fossili).
Tra i reperti esposti ce ne sono di imperdibili come un cristallo di gesso che contiene una goccia d’acqua del Mediterraneo di 6 milioni di anni fa, l’unico scheletro completo di elefante nano in Italia e lo scheletro umano più antico finora trovato in Sicilia (Paleolitico Superiore).  Tutte le info sul museo QUI

DOVE DORMIRE
B&B Piccola Sicilia In pieno centro storico a Palermo e gestito da una mamma. Accessori baby, angolo giochi e bimbi gratis.
Info e prenotazioni nella nostra guida
B&B La Dimora del Capo  B&B molto centrale: a 600 m dal Teatro Massimo a 800 m dalla Cattedrale e a 1 km dal Palazzo dei Normanni. Camere familiari, servizio babysitter, noleggio auto e biciclette, e  uso-cucina in comune. Info e prenotazioni
B&B Mad in Ballarò coloratissima sistemazione, a 650 m dal Duomo e a 10 minuti a piedi dal Palazzo dei Normanni.  Camere familiari e un salone in comune con cucina e piccola biblioteca.
Info e prenotazioni

Altre idee per weekend e vacanze emozionanti con i bambini? Leggi il nostro post su 52 luoghi straordinari dove portare i bambini

1 commento su “L’autunno è meraviglioso: 43 idee per un weekend fantastico insieme ai bambini”

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...