Firenze vista dall'alto

Arte, Storia e Bellezza. Scoprire Firenze con i bambini: cosa vedere e dove dormire

Culla dell’Arte e dell’Architettura, Patrimonio dell’Umanità, universalmente considerata una delle più belle del mondo, Firenze è anche una città molto attenta ai bambini.
E, proprio alle famiglie, è riservata un’accoglienza molto speciale anche nei tanti musei della città, con attività, eventi e visite guidate che trasformano la scoperta di ogni luogo in un’avventura emozionante. Venite a scoprire “come” visitare Firenze insieme ai bambini, quali musei e monumenti visitare, in quali posti assaggiare la cucina toscana, e dove dormire nella città del giglio, per respirare la stessa aria di Leonardo Da Vinci, Dante Alighieri, Michelangelo Buonarroti, Galileo Galilei, Raffaello, Brunelleschi, Botticelli: una vacanza di famiglia nel cuore del Rinascimento.

Firenze con i bambini: prima l’organizzazione

MAPPE FAMILY E SERVIZI “GUIDA” :

App Firenze Game
Prima di arrivare, una buona idea è scaricare la “Mappa Family” creata appositamente per i bambini, in modo che possano prendere il comando della spedizione e scegliere tutte le tappe successive.
(si scarica da questo sito). 
Un altro suggerimento per coinvolgere i bambini nel viaggio che state per intraprendere è utilizzare l’app “Firenze Game”,  che, geolocalizzandovi, fornisce informazioni su quello che state guardando, attraverso divertente gioco delle carte.
(si scarica da GooglePlay o da Apple Store).
Se invece preferite comunque visitare musei in autonomia, considerate la possibilità di utilizzare il servizio “FamilyTour”,  una mappa con un percorso in dieci tappe e una app da scaricare che vi guida in un tour con spiegazioni e approfondimenti family friendly: tutto all’interno di uno zainetto (si ritira a Palazzo Vecchio e all’Istituto degli Innocenti). Tutte le info sul sito di Family Tour.

MUOVERSI A FIRENZE:

Ataf-Tramvie Firenze- Cascine

In automobile:
per chi arriva in automobile è utile sapere il funzionamento della Ztl e i parcheggi principali. 
Mezzi pubblici e tramvie:
Il biglietto costa 1.50€ e si può acquistare anche via telefono: basta scrivere “ATAF” al numero 4880105 e attendere la risposta prima di salire; il costo è € 1,80 (la cifra viene scalata dal credito telefonico). Il centro storico, comprese le zone pedonali, è servito da piccoli bus, elettrici e non: le linee C1, C2, C3, C4 sono molto comode per spostarsi nel centro, la linea C1 in particolare tocca tutti i principali musei del centro storico. Sui mezzi pubblici i bambini fino ad un metro di altezza non pagano, ma non hanno diritto al posto a sedere (su autobus e tramvia si può salire anche con il passeggino).
Tutte le info sul sito dell’Ataf
Altri mezzi di trasporto:
Firenze si può girare anche con i classici bus hop on hop off ; in bicicletta,  per godersi le tante piste ciclabili (con il servizio di Bike Sharing Mo Bike o col classico servizio di noleggio bici) oppure scegliendo il tipico servizio dell’Ape Calessino.

EVENTI E VISITE GUIDATE

la-borsa-del-Banchiere-evento Palazzo Strozzi

Info su eventi family in corso:
Avete fissato la data del vostro viaggio a Firenze e vorreste essere al corrente degli eventi per bambini proprio in quel periodo? Basta consultate il sito della Rete civica di Firenze:  selezionando la voce “bambini”, troverete tutto quello che c’èda fare: letture e animazioni nelle biblioteche, laboratori di artigianato artistico, spettacoli di burattini e tanto altro ancora… tutto a misura di bambini e ragazzi!

Info per visitare i Musei:

Kit Bambini- Palazzo Strozzi

Firenze è family friendly ma i musei non sono economici.
Se avete intenzione di visitarne diversi, può essere utile dotarsi della Firenze Card: una tessera che, al costo di 85€, permette l’ingresso gratuito, il supplemento mostre e il salta fila senza prenotazione, in tutti gli 80 musei civici cittadini al possessore e a tutti i membri (minorenni) del nucleo familiare (l’altro genitore deve farne una anche lui), ma vale 72 oreAggiungendo 7€, permette anche l’utilizzo di tutti i mezzi pubblici nelle stesse 72 ore (e se pensate di tornare a Firenze entro un anno, potete ricaricarla a sole 24€).

-Musei del circuito “Muse”:
Per ognuno dei musei organizzati nel circuito Muse (Museo di Palazzo Vecchio, Museo Novecento, Palazzo Medici Riccardi, Complesso di Santa Maria Novella, Cappella Brancacci, Museo Stefano Bardini, Forte di Belvedere, Le Murate, Fondazione Romano, Torre di San Niccolò, Museo delle Terre nuove, Museo Leonardiano di Vinci, Museo del ciclismo Gino Bartali), sono previste visite guidate ed attività per bambini a partire dai 4 anni e fino ai ragazzi di 17 anni. Per visitare questi musei “a misura di bambini” basta andare sul sito del Muse, scegliere il museo, selezionare il filtro “Famiglie”  per sapere istantaneamente quali attività e visite guidate sono disponibili (ed eventualmente prenotarle per la data che si desidera). Per avere una idea della qualità di ciascuna e di quali sono quelle scelte più spesso dalle famiglie, date una occhiata alle recensioni delle famiglie su TripAdvisor.
-Altri Musei di Firenze:
Ad eccezione dei musei appena elencati (che offrono servizi e attività per bambini), per evitare il temuto “effetto noia” consigliamo di utilizzare le visite guidate per famiglie: hanno il duplice vantaggio di essere divertenti e interessanti per i bambini (che così possono capire “dove sono” e cosa stanno vedendo) e di non dover fare biglietti, prenotazioni, salta file ecc ecc, di cui si occupano integralmente le guide. Quelle che consigliamo sono quelle di Florence and Tuscany Tours e quelle di Mamma Cult.

Firenze con i bambini: Musei e Monumenti

SCOPRIRE FIRENZE TRA ARTE E STORIA

Cupola del Duomo.

Non c’è maniera migliore di cominciare la visita di Firenze che ammirare il Duomo e poi salire sulla Cupola del Brunelleschi, da cui si gode di una vista irripetibile su Firenze. Assolutamente necessario acquistare il biglietto in anticipo e prenotare l’ora di ingresso per non fare file bibliche. E mettete in conto che sono 464 scalini quindi niente passeggini e solo bambini che amano camminare e andare alla scoperta del mondo. Biglietti e info sul sito

Museo della preistoria.

Due grandi sale  e attività didattiche per le famiglie attendono i bambini al museo fiorentino della Preistoria, Paolo Graziosi. Nella prima sala, la storia delle trasformazioni fisiche e ambientali nelle quali si è compiuta l’evoluzione umana. Nella seconda le collezioni di oggetti e manufatti di arte preistorica. Info e biglietti sul sito.

Museo Archeologico Nazionale.

Ricco di reperti sia dell’Egitto antico (non mancano mummie umane, sarcofagi e perfino mummie di coccodrilli) sia dell’epoca etrusca e romana, svetta su tutte la statua della Chimera. Per viverlo al meglio è consigliabile farlo con un tour guidato. Info aggiornate quotidianamente sulla pagina facebook del Museo.

Palazzo Vecchio

Un vero e proprio castello con un’alta torre nel cuore della città, il simbolo del potere politico di Firenze. Visite guidate per bambini a cura del Muse e  attività in programma ogni giorno.  Da sapere: davanti Palazzo Vecchio ogni prima domenica del mese c’è il cambio della guardia con i soldati in costume.

Museo degli Innocenti – Bottega dei Ragazzi.

Aperto dal 2016, il Museo degli Innocenti illustra il tema dell’accoglienza e della formazione educativa dei bambini e dei ragazzi orfani e abbandonati che a partire dal 1445 venivano accolti dall’Istituto degli Innocenti per assicurare loro un futuro. Lo Spedale degli Innocenti oltre a diventare in poco tempo centro esemplare di accoglienza, diede forma al pensiero umanista che nel corso dei primi anni del Rinascimento si era andato sviluppando in ambito assistenziale e pedagogico. Seicento anni di accoglienza e istruzione ai bambini bisognosi sono oggi raccontati nel museo, una occasione preziosa per mostrare ai nostri figli la realtà di tanti bambini meno fortunati e insegnare a non dare per scontato il benessere in cui vivono oggi. Il museo è da visitare anche per la sua architettura, opera del Brunelleschi che progettò anche parte dell’Istituto e per la Terrazza Verone in cima all’istituto, dove un tempo si asciugavano i panni, e oggi c’è una caffetteria dalla quale si gode di una vista magnifica di Firenze. Info e bigliettii sul sito.
Il Museo degli Innocenti dedica ai più piccoli uno spazio, la Bottega dei ragazzi, che propone laboratori creativi per bambini dai 3 agli 11 anni, ispirati alla filosofia dell’ “imparare facendo”, secondo lo stile delle antiche botteghe rinascimentali. Info sul sito.

Palazzo Strozzi.

Una grande casa di pietra dove viveva la famiglia Strozzi, ora ci sono grandi mostre e si gioca con l’arte. Vero capolavoro dell’architettura civile fiorentina del Rinascimento, oggi Palazzo Strozzi è un museo di arte classica e moderna che alle famiglie riserva diverse attività e un family kit per introdurre bambini (a partire dai 5 anni) all’arte e ai suoi linguaggi. Info sul sito.

Museo della manifattura Chini e il Museo dei bambini.

Museo dedicato a Galileo Chini, collezionista di opere d’arte in ceramica e produttore di creazioni artistiche in ceramica e vetro tramite le Fornaci San Lorenzo, una delle prime fabbriche di Firenze di cui è stato direttore tecnico. All’interno del museo il Piccolo Museo dei bambini, uno spazio pensato per stimolare l’autonomia, la creatività e l’apprendimento  grazie al gioco e all’esperienza diretta: uno spazio costruito appositamente per i bambini, aperto alla sperimentazione e alla scoperta con tanti strumenti a disposizione, facilmente interpretabili e fruibili anche dai più piccoli visitatori senza la guida dei genitori. E’ un museo tutto da vivere, per bambini e adulti insieme. Info sul sito.

Museo Stibbert

I Cavalieri, le armi e le imprese. Armi e armature del periodo medievale e delle tradizioni romane e islamiche. All’esterno del museo un giardino da visitare con un misterioso tempio egizio da scoprire. Info e biglietti sul sito.

Museo del Calcio.

Se avete bambini appassionati di calcio, a Coverciano, c’è il Museo della Federazione dedicato alla Nazionale di calcio. Esposti i più importanti cimeli delle varie Nazionali italiane e oggetti ad esse collegati come le maglie del Brasile di Pelé, dell’Argentina di Maradona, la maglia di Di Stefano, le scarpette di Batistuta e di Rui Costa. Pezzi veramente unici della storia del calcio. Info sul sito

Museo del figurino storico.

Per gli appassionati di modellismo e di soldatini, il Museo del Figurino storico con i suoi diorami, modellini e schieramenti sui campi di battaglia racconta la storia dei conflitti europei nei secoli, dagli etruschi alla Seconda guerra mondiale (non manca la Sezione Giocattoli). Il museo è ospitato all’interno del Castello di Calenzano, il cui borgo medievale si anima due volte l’anno per il tradizionale Carnevale Medievale e per il festival di arti di Strada Maraviglia.
Info e biglietti sul sito

La Galleria dell’Accademia.

È chiamata anche il “Museo di Michelangelo” perché, tra i musei di tutto il mondo, è quello che espone il maggior numero di statue del celebre artista rinascimentale italiano, primo fra tutti il David, simbolo di Firenze nel mondo e capolavoro del Rinascimento. Propone delle speciali audioguide dedicate ai bambini dai 6 ai 12 anni. Per loro, un percorso studiato ad hoc, con l’accompagnamento delle voci di “Davidino” e di Matteo, restauratore del museo.

SCOPRIRE FIRENZE TRA SCIENZA E STORIA

Museo Galileo.

Museo interattivo con molte proposte didattiche e divertenti per bambini. Grande raccolta di astrolabi, compassi, bussole, sfere armillari e altri strumenti scientifici raccolti dai Medici. Un’intera sezione è dedicata al grande scienziato Galileo Galilei. Ogni weekend vengono organizzate attività a tema scientifico per i bambini di ogni fascia d’età. Info e biglietti sul sito.

Il Museo di Leonardo da Vinci.

Le creazioni e le invenzioni di uno degli scienziati più amati dai bambini nel museo a lui dedicato. Molte macchine da lui immaginate nei progetti sono state realmente costruite e sono manovrabili dai bambini: impossibile non visitarlo! Info e biglietti sul sito.

 Il Museo di Storia Naturale. 

Uno dei più antichi e importanti a livello europeo, è parte di un sistema museale organizzato su molteplici luoghi espositivi con temi di argomento scientifico. Da non perdere  la Sezione di Zoologia “La Specola” in via Romana 17, dove trovare la collezione zoologica e anatomica, la mostra “Cristalli”, il salone degli Scheletri con i grandi vertebrati, mentre nella sezione Geologia e Paleontologia (Via La Pira 4 ) i reperti paleontologici provenienti da tutta la Toscana. La star del museo è l’Elefante Pietro, un proboscidato del Valdarno Superiore. Info e bigliettisul sito.

Il Planetario.

Muoversi nel tempo, selezionare una stella o una costellazione, esplorare oggetti celesti anche molto lontani : la mappa 3D dell’Universo permette ai bambini di navigare nello spazio, come se fosse su un’astronave, andando a curiosare tra nebulose, galassie e sistemi planetari. Info e biglietti sul sito.

Giardino di Archimede.

Il primo museo in assoluto dedicato completamente alla matematica e alle sue applicazioni. L’esposizione è composta da attività interattive ed esperimenti che la rendono divertente e stimolante. Nelle  “domeniche matematiche”, i bambini possono partecipare laboratori didattici dedicati e familiarizzare in maniera diretta e pratica con numeri e calcoli. Info e biglietti sul sito.

Firenze con i bambini: le Aree Verdi

I PARCHI

Il Parco delle Cascine

Un tempo tenuta agricola dei Medici, oggi Il Parco delle Cascine è il polmone verde della città.  Ai classici percorsi verdi da fare a piedi o in bici, si affiancano i numerosi monumenti come le varie fontane, l’anfiteatro delle Cornacchie e alcune palazzine storiche. E’ spesso sede di eventi e appuntamenti per bambini, e in caso di fame o sete, due ristoranti/tavola calda soddisfano qualsiasi bisogno.
Info sul sito.

Parco di Villa Strozzi

Comunemente noto come “il Boschetto”, comprende diversi itinerari storici da seguire, una pista di pattinaggio, aree giochi per bambini e tanti prati verdi su cui stendersi per picnic e ore di relax.

Parco dell’Anconella – Albereta.

Parco dell'Anconella- Firenze

E’ il polmone verde dell’area sud di Firenze. Giochi, castelli, altalene, paretina per la scalata, rampe da skate, pista per pattinare, tappeti elastici, giostra, campi da tennis, calcetto e pallavolo e per chi ha voglia di ulteriori passeggiate ecco il percorso lungo il fiume dritto fino all’Albereta.

I GIARDINI MONUMENTALI

Giardini di Boboli

Per chi ha voglia di verde ma anche di arte i giardini monumentali di Firenze sono una vera oasi di bellezza, a cominciare dai Giardini di Boboli, alle spalle di Palazzo Pitti, un giardino ricco di fontane e sculture e percorsi in un  verde decorato da tanta bellezza. Attenzione però ad andarci con i bambini piccoli: a causa dei suoi tanti percorsi in salita, proporsi di visitarlo tutto può risultare faticoso per bimbi piccoli e passeggini.  Vietati anche picnic e scorribande varie. Piccolo consiglio: promettete ai bambini in cambio della loro pazienza nella visita, un salto in un paradiso del gelato qui vicino: la Gelateria il Barroccino (Via della Torre degli Agli, 71).

Giardino di Villa Bardini

Il più bel panorama su Firenze si osserva dal Giardino di Villa Bardini, quattro ettari di bosco, giardino e orto frutteto affiancati dalle mura medievali della città. Al suo interno comprende tre stili diversi di giardino: quello all’italiana, all’inglese e il parco agricolo con un frutteto e uno splendido pergolato di glicini.

Orto Botanico

Merita una visita anche l’Orto Botanico, anche detto Giardino dei semplici, uno dei più antichi del mondo. Per i bambini può essere molto interessante, non solo perché è ricchissimo di specie botaniche ma anche per le curiosità: vi si trova infatti la collezione di specie carnivore e perciò, attenti alle mani!

Un altro bellissimo giardino che merita di essere citato è il Giardino delle Rose: con vista sulla città e sculture lungo i vialetti, anche se la vera attrazione sono, ovviamente, le rose, fiorite anche fuori stagione.  Merita una visita, anche se è sempre affollato di turisti.

Fuori Firenze

Fattoria di Maiano.

Un’idea originale per passare un pomeriggio nelle campagne fiesolane sono le attività organizzate dalla Fattoria di Maiano, adatte anche ai più piccoli. La Fattoria ospita animali allevati anche allo stato libero. Qui i bambini possono osservare dal vivo pecore, cavalli, asini Amiatini, oche, galline, anatre, struzzi ed altri ancora, qui il contatto con gli animali è un’occasione preziosa per sviluppare un rapporto più diretto e consapevole con il territorio. Situata fra le colline di Fiesole e di Firenze, la fattoria vanta una storia plurisecolare che racconta il passaggio di personaggi illustri quali Leonardo da Vinci, Michelangelo e Boccaccio. Tutte le info sul sito

Parco Mediceo di Pratolino. 

A pochi chilometri da Firenze, il Gigante dell’Appennino vi aspetta per mostrarvi tutta la sua magnificenza. Una scultura cinquecentesca alta 14 metri domina il Parco , uno dei più grandi della Toscana e dal 2013 Patrimonio dell’Umanità. Un incanto di una natura possente, con grandi spazi, fitti bosco, colline a perdita d’occhio. Aree gioco e presso La Locanda servizio bar e ristorazione. Aperto il venerdì, sabato e domenica con ingresso gratuito. Info sul sito.

Firenze con i bambini: dove mangiare

Il Mercato Centrale di Firenze

Rivoire caffè storico. Assolutamente da non perdere per la prima colazione, i dolci e la cioccolata di  in piazza della Signoria, cornetti al cioccolato e specialità fiorentine, come budini di riso e la crema spalmabile al cioccolato. Info sul sito

La Schiaccia della Signoria. Sempre in piazza della Signoria la tradizionale pizza ripiena fiorentina in tantissime varietà per uno street food fiorentino al 100%. Locale molto piccolo e difficile sedersi, ottimo per fare rifornimento e attrezzarsi per un picnic.
Info sul sito

1950 American Diner. In via Nazionale, angolo via Guelfa, vicino alla stazione ferroviaria, un tuffo nella mitologia americana dei fast food anni Cinquanta. Arredamento in tema, pasti veloci e sostanziosi, tanta Coca Cola ma a differenza dei fast food contemporanei qui tutti i cibi vengono cucinati sul momento e dolci che arrivano direttamente dagli States. Il plus è l’ampia sala per far giocare i bambini. Info sul sito

Lungarno 23. Vicino a Ponte Vecchio, hamburger di Chianina, pasta fresca e piatti vegetariani in locale rustico-chic con area giochi per bambini. Info sul sito

Mercato Centrale di Firenze. Sulla scia dei mercati centrali europei anche Firenze ha il suo centro di alta artigianalità gastronomica all’interno di un edificio riconvertito. Qui trovate tutte le specialità fiorentine preparate al momento e servite su grandi tavolate sociali dove è facile anche fare conoscenza. Ottimo sia per mangiare sul posto che per portare via take away di ottimo livello. Spesso vi si organizzano anche laboratori creativi per bambini.
Tutte le info sul sito web

Le Pavoniere. Nel parco delle Cascine, cocktail bar, ristorante con tavoli a bordo piscina, brunch domenicale e area kids. Info sul sito

Buoneria. Pizza tipica napoletana in una location carina ed accogliente indicata per famiglie con bambini per i quali sono previste delle giostrine. Pizzeria/ristorante, reparto self service, angolo brace per hot dog e brace, angolo gelateria. Persino la bar station per i cani. Se arrivate per tempo, potete occupare i tavoli presso il parco giochi per bambini e tenerli d’occhio. Nel tardo pomeriggio ci sono laboratori per bambini, date un’occhiata al programma sulla pagina Facebook.

Quinoa, vicolo di Santa Maria Maggiore 1. Ristorante con cucina senza glutine con piatti fusion e della tradizione toscana. In primavera ed estate si può cenare nella Zona Aromatica Protetta, un orto urbano di erbe aromatiche. La domenica brunch gluten free con servizio di tata per bambini. Info sul sito web

Santarpia. In piazza Annigoni, sopra il parcheggio coperto di Sant’Ambrogio, pizza senza glutine baby friendly grazie a seggioloni e fasciatoio. Info sul sito

Hostaria il Desco, via delle Terme 23. Zona centro storico (non lontano dagli Uffizi).  Cucina senza glutine, piatti tipici della tradizione, griglia, insalate, e tanta pasta. SInfo sul sito

Firenze con i bambini: dove dormire

Dormire a Firenze- Hotel Torre Guelfa- vista

Tra gli hotel segnaliamo:
In centro
Il Casci,  in centro storico, 2 stelle ma con qualità dell’accoglienza e servizi di livello superiore;
Il Mia Cara, 3 stelle con camere triple e quadruple e piccolo giardino;
Il David, a 5 minuti di autobus dal centro, un 3 stelle con camere e suite junior e alcuni benefit gratuiti;
Il Torre Guelfa, a 100 metri da Ponte Vecchio, un 3 stelle in un’antica torre medievale completamente ristrutturata in stile moderno, location di diversi film;
l’Hotel Corona d’Italia, nei dintorni del Mercato centrale, in un palazzo ottocentesco di tre piani;
l’Hotel Croce di Malta un 4 stelle tra la stazione e Palazzo Strozzi.
Il Villa Agape Art Hotel, 3 stelle circondato da un parco di otto ettari con camere triple ad un ottimo rapporto prezzo/qualità.

Appartamenti/case vacanza
Family Apartments Signoria, una serie di appartamenti per famiglie,  con cucina attrezzata, molto ben rifiniti;
Yome, Your Home in Florence, appartamenti e monolocali in stile rustico in un edificio del 14º secolo (senza ascensore però);
Pop Artmentmoderni appartamenti con aria condizionata, una sala per i giochi, un salotto in comune e un servizio di noleggio biciclette.

In alternativa, a 10 minuti dalla stazione di Santa Maria Novella, c’è Plus Florence un ostello ultra-moderno con camere quadruple, bar all’ultimo piano con vista a 360° su Firenze, piscina coperta per l’inverno.

Nei dintorni del Parco di Pratolino potete godervi un soggiorno alla Sorgente Di Francesca, un casale di campagna con camere familiari, ristorante, spazi esterni;  oppure scegliere il Giotto Park Hotel, a Bivigliano, un hotel 3 stelle con grande parco interno.

Una volta deciso cosa vedere e dove dormire a Firenze, non dimenticate di inserire nel vostro itinerario tappe imperdibili come una passeggiata sul magnifico Ponte Vecchio, una sosta sul Lungarno al tramonto e un giretto al famoso Mercato del Porcellino!
E adesso buon viaggio nella città del Giglio!

(la foto di Firenze in copertina è di Mauro Sani – Pagina facebook del Muse).

Leggi anche il nostro post Cosa fare e cosa vedere con i bambini a Roma.

Vuoi  ricevere in anteprima offerte, itinerari e idee di viaggio con i bambini? Iscriviti alla Newsletter

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...

This site uses Akismet to reduce spam. Learn how your comment data is processed.