Treni&locomotive. I musei ferroviari da visitare con i bambini

Non tutti i bambini diventano ferrovieri, ma tutti (o quasi), finché sono bambini, sono anche ferrovieri.  Il treno è una delle “meraviglie” di cui i bambini si innamorano prestissimo. Sono tantissimi i genitori (praticamente costretti) che devono portarli in stazione, non per partire, ma solo per fermarsi sulle banchine per ore, a guardare i treni che arrivano e partono. Questo articolo, riunisce i principali musei ferroviari italiani (quelli che hanno almeno una collezione di locomotive e vagoni, orari regolari di apertura e magari attività didattiche dedicate ai piccoli), con tutte le indicazioni su dove dormire nelle vicinanze.
E’ dedicato a tutti quei bambini che sognano di binari e ferrovie a ogni ora del giorno e della notte; ed anche a tutti quei genitori che così possono progettare una gita o un weekend (magari come regalo di compleanno) a tema “Treni” per i loro piccoli appassionati!
Buona lettura.  Anzi tutti  in carrozza che si parte!

Pubblicità

Museo Ferroviario Piemontese, Cuneo.

Savigliano l’ex fabbrica di treni più antica d’Italia, c’è un museo a cielo aperto tutto da visitare. Il Museo Ferroviario Piemontese è un museo “attivo”, ospita cioè treni e carrozze storiche ancora funzionanti. Ed è proprio per questo che sono posizionati su binari collegati alla rete ferroviaria in due ex stazioni (denominate di testa e di coda), con ampi marciapiedi per permettere ai visitatori di salire a bordo, proprio come in una stazione.

Nel piazzale sono esposti oltre sessanta mezzi: locomotive a vapore, elettriche, diesel, automotrici, carrozze, carri, veicoli speciali (tra cui una gru del 1860) e anche diversi pezzi unici. Nello spazio esterno compreso tra l’edificio del museo e la stazione di testa è stato allestito un impianto ferroviario in miniatura in scala 1:32 (scala I modellistica) che permette la circolazione dei modelli commerciali su tutti i binari, e – limitatamente ai soli binari di corsa – dei modelli “a vapore vivo”.
Info sul museo e dove dormire per un weekend in zona, nella Guida di Around Family

Pubblicità

Museo Ferroviario di Pietrarsa, Napoli

Museo-Ferroviario-Pietrarsa- locomotiva

Nell’ex Reale Opificio, fondato da Re Ferdinando II di Borbone nel 1840, oggi al Museo Ferroviario di Pietrarsa a Napoli, sono in mostra 25 locomotive a vapore, 6 locomotive elettriche, 12 rotabili tra automotrici elettriche/nafta (le cosiddette “Littorine”), diverse tipologie di carrozze (postale, detenuti, Centoporte) tra cui la sontuosa carrozza n° 10 dell’ex Treno Reale (oggi treno Presidenziale), 5 locomotive diesel, 25 modelli in scala di treni/carrozze/plastici di stazioni ferroviarie, lo spettacolare plastico “Brunetti” meglio noto come plastico del “Trecentotreni”.

Recentemente ristrutturato e riallestito dalle Ferrovie dello Stato, il Museo Ferroviario di Pietrarsa è oggi uno straordinario esempio di archeologia industriale e di storia del trasporto ferroviario italiano. Gli appassionati di ferrovie e semplici curiosi potranno ammirare varie locomotive storiche come la Bayard, la locomotiva (una fedele riproduzione) che trainò il treno inaugurale della prima tratta ferroviaria Napoli-Portici del 1839. Al Museo ci si può arrivare a bordo di un vero treno storico, il celebre Centoporte in partenza dalle stazioni napoletane.Info sul museo e dove dormire per un weekend in zona nella Guida di Around Family

Pubblicità

Museo Ferroviario Pugliese, Lecce.

weekend bambini puglia museo ferroviario lecce treni storici locomotive

La storia del trasporto ferroviario del Meridione e delle Ferrovie del sud-est (la più grande rete ferroviaria concessa d’Italia) è in mostra a Lecce al Museo Ferroviario della Puglia. Il museo ha sede in una delle ex “Officine rialzo“, come erano chiamate le squadre specializzate in riparazioni che avevano il compito di rialzare motrici e carrozze per poter effettuare gli interventi. Le officine, costruite negli anni ’30 (ma esistono documenti che comprovano attività ferroviaria in loco fin dal 1866), sono rimaste in funzione fino al 1992.

Nei due capannoni del museo sono ospitati diverse locomotive a vapore e motrici elettriche e diesel con relative carrozze in due aree coperta e scoperta. All’ingresso i visitatori sono accolti da una esposizione di materiale illustrativo relativo al percorso, alle sale espositive e ai rotabili in esposizione. Un bookshop a tema, con cartoline, video, gadget. Nella Sala Accoglienza sono anche esposti pannelli fotografici, cimeli, divise e modelli, che ripercorrono la storia dello sviluppo ferroviario in Puglia. Non manca anche il consueto plastico ferroviario di 14 metri di lunghezza, di ambientazione tipicamente pugliese.
Info sul museo e dove dormire per un weekend in zona nella Guida di Around Family.

E per chi  ha voglia di un viaggetto, poco al di là della frontiera, c’è l’imperdibile:

Pubblicità

Museo dei Treni, Lubiana, Slovenia.

A Lubiana, in Slovenia, ad un’ora e mezza da Udine, fare un salto al Museo dei Treni vale assolutamente la pena. La collezione comprende sessanta locomotive storiche e oltre 50 altri reperti, tra motrici e vagoni. Inoltre, circa cinquemila manufatti ferroviari storici sono conservati nei depositi del museo. Ben 13 le locomotive a vapore dalla più antica risalente al 1860 fino alle ultime andate in pensione con l’avvento dei motori diesel. Il museo espone tutte le aree necessarie al funzionamento di una ferrovia, gli uffici, la stazione, i binari e i segnali e dispositivi di sicurezza di segnalazione. insieme a tutti i tipi di strumenti e dispositivi di comunicazione come telegrafi, telefoni, teleprinter e radio. I bambini possono salire a bordo di un trenino per fare il giro del museo.

Aperto tutti i giorni dalle 10 alle 18.  Sito web. Dove dormire a Lubiana con i bambini. 

Avete già deciso dove portare i bambini a “giocare con i treni”? Raccontateci quale che vi è piaciuto di più!

E se volete restare aggiornati su questa e altre destinazioni proposte da Around  Family,  iscrivetevi alla nostra Newsletter!

Pubblicità

Rispondi