Archivi categoria: Visitare le città

Scoprire le città italiane: dove dormire e cosa visitare a misura di famiglia.

La Reggia di Caserta con i bambini tra borghi, antichi acquedotti, boschi, e musei

Un complesso monumentale diventato Patrimonio Unesco per intero: la più grande Residenza Reale del mondo; circondata da una Tenuta di caccia con un bosco immenso; servita da un enorme Acquedotto costruito apposta per scavalcare le montagne e portare l’acqua alle fontane ed al Setificio del Re. La Reggia di Caserta, e tutto quello che la circonda, è una di quelle mete che vanno visitate almeno una volta nella vita, soprattutto con i bambini.
Ma non commetete l’errore di fermarvi qui!
Tutti i dintorni di Caserta sono pieni di Storia: dal secondo anfiteatro più grande del mondo dopo il Colosseo (con la famosa scuola dei Gladiatori) al borgo di CasertaVecchia con le sue stradine medievali e le leggende sulle fate; dal Planetario all’unico Museo dedicato al migliore amico dell’uomo .
Qui ve li raccontiamo tutti e vi diciamo anche dove dormire, per godervi un lungo weekend con i bambini, viaggiando attraverso il Tempo, tra Presente e Passato , senza annoiarsi mai.

Continua la lettura di La Reggia di Caserta con i bambini tra borghi, antichi acquedotti, boschi, e musei

A pranzo con i gatti nei Neko cafè! 8 bar bistrot con i mici che ci fanno impazzire!

Chi ama i gatti lo sa: cosa c’è di più bello delle loro assurde posizioni quando dormono? E delle loro fusa roboanti che esplodono all’improvviso? Un bell’aperitivo forse? Una cenetta fuori?
Beh, ci sono posti dove non dobbiamo scegliere tra l’una e l’altra cosa: i Neko cafè!
Li conoscete? Sono locali molto speciali, in genere caffetterie e bistrot, nati in Giappone una ventina di anni fa, in cui padroni di casa e compagni dei clienti sono…i gatti (“neko”, in lingua giapponese significa appunto “gatto”). Proprio per questo le strutture dei Neko Cafè sono tutte “a misura di mici”: mensole-passaggi sulle pareti, ceste multi posto, colonne-gioco, enormi tiragraffi, per permettere loro di “scegliere” se stare comodi comodi ad osservarci da lontano, oppure se usarli per raggiungerci (e farsi fare un pò di coccole e giocare con noi).
L’unica regola di un Neko cafè è rispettare i tempi e gli spazi dei mici: non sono peluches, se non hanno voglia di farsi accarezzare vanno lasciati in pace ( tanto anche solo guardarli gironzolare tra i tavoli, è un vero piacere).


E possiamo dirlo con certezza: quando siamo stati a pranzo nel Neko cafè romano, oltre al cibo e all’estrema igiene (sempre garantita al 100% nei Neko cafè) , ci siamo goduti la discreta ma presente compagnia dei “padroni di casa felini” (che ogni tanto ci hanno anche onorato della loro attenzione e di infinite e calorose fusa).
Ci è piaciuto così tanto che ne abbiamo cercati altri: ebbene, non sono tantissimi, ma ce ne sono in tutta Italia. Qui ve ne raccontiamo otto: scegliete quello più vicino e andate a godervi una lunga colazione, una pausa pranzo o una cenetta, mentre attorno/sotto/sopra di voi si aggirano buffi ed eleganti felini di tutti i colori!
Attenzione: contenuto ad alto tasso di coccolosità!

Continua la lettura di A pranzo con i gatti nei Neko cafè! 8 bar bistrot con i mici che ci fanno impazzire!

Pub a tema Harry Potter in Italia: chi viene a bere una burrobirra con i bambini?

Vi piacerebbe fare un sorso di burrobirra o assaggiare la pozione Polisucco senza dover arrivare fino a Londra? O poter tenere in mano un boccino d’oro, dopo aver ordinato un panino “alla Piton”,  senza prendere l’aereo? Sappiate che, trovarvi davanti a Mirtila Malcontenta o Dobby, parcheggiare la vostra scopa, scegliere una bacchetta, o assaggiare le cioccorane, non è mai stato così facile: basta prenotare un tavolo in questi pub e, come se foste passati attraverso una Passaporta, vi sentirete subito ad Hogwarts!
In Italia ci sono diversi locali che si ispirano alla saga di Harry Potter, ma molti di questi sono dedicati perlopiù ad un pubblico adulto.
Qui, per ora, ve ne indichiamo tre – uno a nord, uno al centro e uno al sud – che, oltre ad essere adatti alle famiglie (e dove si mangia molto bene),  offrono anche l’occasione di visitare tre bellissime città insieme ai più piccoli.

Continua la lettura di Pub a tema Harry Potter in Italia: chi viene a bere una burrobirra con i bambini?

Viaggio in Sicilia con i bambini. Seconda tappa: il ragusano

Dopo circa 36 ore a Palermo (davvero troppo poche) siamo ripartiti verso Ragusa, per trascorrere cinque giorni tra il Barocco siciliano e i panorami di Montalbano. Lungo la strada, avremmo fatto volentieri anche una “fermata” per visitare i meravigliosi Templi di Agrigento, che ci sono apparsi all’improvviso nella loro accecante bellezza, mentre percorrevamo l’autostrada, ma non è stato possibile.
Avevamo appuntamento con la nostra seconda tappa, Scicli e il ragusano.

Continua la lettura di Viaggio in Sicilia con i bambini. Seconda tappa: il ragusano

Viaggio in Sicilia con i bambini. Prima tappa: Palermo

Era da tanto che sognavamo di tornare in Sicilia e così abbiamo deciso che fosse proprio arrivata l’ora di farlo con tutta la famiglia al completo.
Riuniti a tavola, cartina e appunti alla mano, grandi e piccoli hanno avuto voce in capitolo, per scegliere dove andare e cosa visitare.
Non è stato facile, ma alla fine abbiamo deciso il nostro itinerario: saremmo arrivati in nave a Palermo, avremmo visitato il ragusano, e, passati per Ortigia, avremmo concluso il nostro viaggio nel catanese. Ovviamente tutto è stato spesso rivisto e corretto (perlopiù in funzione dei desideri/necessità del più “giovane”), ma vi racconteremo tutto: sia quello che abbiamo visto, sia quello che avremmo voluto vedere (col nostro programma un po’ troppo ottimistico)
Siete pronti a imbarcarvi verso la terra di cannoli e arancine, di Montalbano e di Verga, dei Ciclopi e dei Mori?
Continua la lettura di Viaggio in Sicilia con i bambini. Prima tappa: Palermo

weekend a Firenze con i bambini: cosa vedere e dove dormire

Culla dell’Arte e dell’Architettura, Patrimonio dell’Umanità, universalmente considerata una delle più belle del mondo, Firenze è anche una città molto attenta ai bambini ai quali è riservata un’accoglienza speciale con attività, eventi e visite guidate che trasformano la visita di ogni luogo in una scoperta emozionante. Visitare Firenze con i bambini è perciò una delle cose da fare appena possibile, magari in un weekend  per girare tra musei e monumenti, scoprire luoghi e sapori per respirare la stessa aria di Leonardo Da Vinci, Dante Alighieri, Michelangelo Buonarroti, Galileo Galilei, Raffaello, Brunelleschi, Botticelli: una vacanza per famiglie nel cuore del Rinascimento.
Monumenti, luoghi di interesse ed eventi adatti per famiglie e bambini sono tantissimi. Per facilitare la visita abbiamo selezionati tre tipologie di itinerario: monumentale e storico (musei, monumenti, palazzi storici), scientifico e tecnologico (musei scientifici) e ambientale (Firenze e i suoi parchi). Ma prima di tutto alcune informazioni su come organizzarsi, tra mappe, come scoprire eventi in corso, come muoversi, e alcune cose da sapere per le visite con i bambini a musei e e monumenti. In coda all’articolo come sempre i nostri consigli su dove mangiare e dove dormire con i bambini a Firenze! Buona lettura e se avete segnalazioni e consigli scriveteci nei commenti.

Continua la lettura di weekend a Firenze con i bambini: cosa vedere e dove dormire