weekend toscana bambini giardino dei tarocchi capalbio

Toscana per bambini, al Giardino dei Tarocchi la meraviglia delle sculture di Niki De Saint Phalle

Una meraviglia per gli occhi di tutti, una destinazione ideale per un weekend con i bambini. Il Giardino dei Tarocchi è un parco artistico unico nel suo genere, paragonabile forse solo alle opere di Gaudì in Spagna alle quali si ispira. Con le sue bizzarre sculture comunica una speciale e unica sensazione di incantesimo, in un luogo della fantasia unico e irripetibile.

Pubblicità

Weekend con i bambini al Giardino dei Tarocchi

Il 2020 a Calpalbio è l’anno di Niki del Saint Phalle. L’autrice dello spettacolare Giardino dei Tarocchi sarà celebrata dall’amministrazione capalbiese per lo straordinario successo del suo parco artistico ogni anno meta di visitatori provenienti da tutto il mondo. La scultrice franco-americana, scomparsa nel 1993, sarà omaggiata con l’arrivo di diverse sue sculture sparse nei musei del mondo, insieme a litografie, opere grafiche, disegni e film testimonianza della sua arte, a cominciare proprio dalla realizzazione del Giardino, parco Artistico composto da 22 sculture giganti, che rappresentano e reinterpretano le figure delle carte dei tarocchi, realizzate con uno stile ispirato alle creazioni di Gaudì a Parc Guell a Barcellona, ma con un occhio rivolto anche al Sacro Bosco di Bomarzo, il cosiddetto Parco dei Mostri.

Artista scultrice di “ispirazione esorbitante” le installazioni di Niki sono accomunate da una caratteristica comune: le donne che disegna sono sempre di dimensioni enormi, sia come concept che come dimensioni dell’opera d’arte. Donne gigantesche e gigantesse che si dice siano ispirate dalla prima governante tata che la crebbe, una signora nera e di notevoli dimensioni che lei chiamava Nanas. Fatto sta che dopo aver visto il Parc Guell di Anton Gaudì a Barcellona e aver conosciuto i fratelli Nicola e Carlo Caracciolo – che colpiti dalle sue intenzioni di realizzare un parco simile, le cedettero gratuitamente due ettari di terreno a Capalbio – in vent’anni di lavoro Niki riusci a realizzare questo capolavoro d’arte nella maremma toscana a poca distanza dalla Tuscia, popolato da queste donne giganti, ma anche di strane figure ispirate ai Tarocchi, realizzate in una esplosione di colori dal celeste al blu cobalto, rosso corallo, verde smeraldo, unite in un percorso artistico coerente tramite vialetti, giardini, fontane e soprattutto tante iscrizioni che recitano i principi per cui viveva, come ad esempio “L’immaginario è la mia felicità. L’immaginario esiste”.

Le istallazioni sono costruite in acciaio e cemento e ricoperte di vetri, specchi e ceramiche colorate, e  richiamano significati esoterici e simbolici (ma ai bambini piaceranno semplicemente perché sono pazzesche).

Alcune sono visitabili nei loro spettacolari interni ed in altre è possibile salire fino alla cima (i bambini vanno accompagnati). La visita comporta circa due ore. Ci sono panchine dove sedersi (alcune sono vere e proprie sculture ottime per fare foto). Portate con voi acqua, specialmente d’estate se fa molto caldo e qualcosa da mangiare per i bambini, il giardino è privo di punti ristoro all’interno (all’esterno, c’è un chiosco bar con panini e bibite). Nessun problema per i passeggini.

Altre meraviglie da visitare in zona?
Potete scegliere tra quelle raccontate nel nostro articolo sulla Tuscia

Per sapere tutto sul giardino dei tarocchi di Niki Saint Phalle, il catalogo della mostra a lei dedicata a Orbetello contiene la documentazione fotografica dei lavori fin dagli inizi, i modellini delle sculture ispirate ai 22 Arcani Maggiori dei Tarocchi e i disegni di Niki e Tinguely durante la progettazione.

Info, apertura e biglietti d’ingresso 2020

Data d’apertura: dal 1 Aprile al 15 Ottobre 2020
Dal lunedì alla domenica dalle 14:30 alle 19:30.Biglietto intero € 12,00
Studenti € 7,00
Con età superiore a 65 anni € 7,00
Bambini con età inferiore a 7 anni ingresso gratuito
Persone disabili ingresso gratuito.
Nei mesi di: Gennaio, Febbraio, Marzo, Novembre, Dicembre, il primo sabato di ciascun mese dalle ore 9,00 alle ore 13,00, per volontà della fondatrice, Niki de Saint Phalle, è stato concesso ai visitatori l’ingresso gratuito. Se suddetto sabato capita in un giorno festivo il Giardino aprirà il Sabato successivo.
Parcheggio gratuito non sorvegliato all’esterno. I bagni sono in biglietteria all’ingresso. All’ingresso del parcheggio, nei mesi di apertura del giardino, c’è un chiosco bar con panini e bibite.
Sito web

Dove mangiare nei dintorni.

Al Tortello, cucina tradizionale toscana, a cento metri dal Giardino: 0564 895133.

Dove dormire per un weekend con i bambini nelle vicinanze del Giardino dei Tarocchi

Per una vacanza al mare.

Nel Parco della Maremma, nella tranquilla cittadina di Principina a Mare, un residence per famiglie immerso nel verde della pineta e a pochi minuti a piedi dalle bellissime spiagge della Maremma. Qui trovi tutte le info.

Per un weekend in agriturismo.

All’agriturismo Il Poggio di Maremma, appartamenti con veranda e giardino, area giochi per bambini, piscina, con parte più bassa per bimbi. Alternativa in cottage al Resort Capalbio, appartamenti rifiniti in stile rustico, con cucina attrezzata, campi da tennis e calcio, piscina con bar e terrazza solarium, miniclub nella stagione estiva e ristorante interno.  O ancora, le tende di lusso del Capalbio Glamping Village, all’interno di un’oasi del Wwf, si soggiorna in eclo lodge e glamping, ovvero il camping glamour con tende extra accoglienti. Infine atmosfere di campagna e accoglienza tradizionale toscana al Relais La Cerreta a Capalbio, rustico tipico della campagna toscana con appartamenti, piscina e orto a chilometro zero.

Photo: Copyright Around Family

Pubblicità

Vuoi restare aggiornato su questa e altre destinazioni e idee di viaggio proposte da Around FamilyIscriviti alla Newsletter!

Pubblicità

Rispondi